Dopo una lunga pausa riparte il blog che vi aggiorna sulle bellezze della Perla del Danubio - a cura di Ajace68 e Rosita



giovedì 13 settembre 2012

Budapest sacra

La capitale ungherese mostra molti spunti anche dal punto di vista religioso. Non tutte le chiese sono organizzate per le visite turistiche, così spesso capita che alcuni di questi edifici sono chiusi durante gran parte della giornata ed aprono solo ed esclusivamente per le funzioni religiose e/o non esistono indicazioni o pubblicazioni per chi le vuole visitare. Diamo comunque un'occhiata a quei luoghi di culto che presentano aspetti interessanti.


Chiesa di Mattia (Mátyás templom)
E' la chiesa più famosa di Budapest, il cui vero nome è “Chiesa di Nostra Signora”, anche se è più nota con questo nome che si rifà a Re Mattia Corvino che la portò al massimo splendore. Qui furono celebrati molti momenti storici importanti per la storia ungherese, come l'incoronazione di Francesco Giuseppe.
Caratteristiche che la rendono immediatamente riconoscibili sono il tetto con tegole policrome in stile Art Nouveau e le due torri campanarie di stile assolutamente diverso, che le danno un tocco di asimmetria.
Si può visitare tutti i giorni acquistando un biglietto di ingresso.
Si trova nel distretto del Castello in piazza della Santa Trinità (Szentháromság tér) e si può raggiungerla con gli autobus 16, 16A e 116 (fermata “Szentháromság tér“).

Basilica di Santo Stefano (Szent István Bazilika)
Con pianta a croce greca, questa è la cattedrale di Budapest. Presenta una cupola di 96 metri, che insieme alla Cupola del Parlamento è il punto più alto di Pest. Interessanti gli esterni, meno impressionate è l'interno, dove però sull'altare un Santo Stefano più regale che religioso colpisce per l'atteggiamento austero.
In una cappella in fondo alla navata sinistra è conservata la mano destra mummificata del santo (la "sacra destra") che per gli ungheresi ha anche un significato nazionale e patriottico, oltre che religioso.
L'ingresso è gratuito (si possono avere visite guidate) e a pagamento si può visitare la cripta o la cupola da dove si può vedere l'unico panorama da questo lato della città (accesso chiuso in inverno).
Si trova in pieno centro, in Szent István tér e si raggiunge facilmente con la metro blu (fermata "Arany János utca") e con la metro gialla (fermata "Bajcsy-Zsilinszky út").

Grande Sinagoga ("Dohány utcai zsinagóga" o "nagy zsinagóga").
In stile moresco è la più grande sinagoga d'Europa. Durante la seconda guerra mondiale è stato teatro degli episodi più violenti dell'accanimento nazista nei confronti degli ebrei ed oggi resta a testimonianza su quello che accadde in quegli anni. Significativo l' "albero della vita", un salice piangente di metallo in cui su ogni foglia è inciso il nome di una delle vittime della Shoah.
Si può visitare solo con visita guidata (anche in italiano) dietro pagamento di un biglietto. Ovviamente il sabato è chiuso.
Si trova in Dohány utca 2 ed è facilmente raggiungibile a piedi da Deák Ferenc tér (dove giungono tutte le linee della metro) o tramite la metro rossa (fermata "Astoria").

Chiesa nella Roccia ("Sziklakápolna" o "Sziklatemplom").
E' una chiesetta scavata in una grotta naturale che fu chiusa e sigillata durante il governo comunista sotto l'influenza sovietica. Dopo la caduta della cortina di ferro, è stata riaperta ed attualmente svolge normali funzioni religiose.
Per l'ingresso occorre pagare un biglietto di ingresso.
Si trova sulle pendici della collina Gellért, dal lato delle Terme Gellért. Da Szent Gellért tér (estremità del Ponte della Libertà sul lato Buda) si prende Kelenhegyi út e dopo circa 80 metri si apre una salita sulla destra che si inerpica sulla collina e che porta all'ingresso della chiesa.

Chiesa di San Michele (Szent Mihály Templom)
Chiesa che si trova sulla strada pedonale Váci utca, al numero 47, poco a sud del ponte Elisabetta.
Nota soprattutto per i concerti di musica classica e barocca che ci si svolgono, è una bella chiesetta che si può visitare gratuitamente.

Chiesa Parrocchiale di Belváros (Belvárosi plébániatemplom)
Ufficialmente consacrata alla Madonna dell'Assunta, si trova in Március 15. tér, la piazza che si trova ai piedi del ponte Elisabetta dal lato di Pest. E' stata restaurata da pochissimo (così come l'intera piazza) e si può visitare gratuitamente.

Chiesa di Santa Elisabetta (Árpád-házi Szent Erzsébet-plébániatemplom)
Non è propriamente turistica, ma è una chiesa che a me piace davvero tantissimo e che consiglio di visitare.
Lo stile è neo-gotico (e forse questo è il motivo per cui mi ha tanto colpito) e si trova all'interno di un giardino completamente ornato da rose.
Si trova nel VII distretto, in Rózsák tere e si può visitare con accesso libero. Ricordarsi, però, che non essendo una meta turistica, occorre rispettare le funzioni religiose.

Cappella di Ják (Jáki-kápolna)
E' una cappella in stile romanico situata nel Városliget, all'interno del Vajdahunyad, di fronte all'ingresso del Museo dell'Agricoltura. E' stata costruita su imitazione della basilica di Ják (un paesino al confine austriaco).
Costruito insieme allo stesso castello Vajdahunyad non è molto antico, ma il ricco portale romanico la rende davvero interessante.
Ci si può entrare dietro pagamento di un biglietto di ingresso.

Chiesa di Maria Maddalena (Mária Magdolna templom)
Dopo la seconda guerra mondiale di questa chiesa sono rimaste solo le rovine. In seguito sono stati ricostruiti solo la torre campanaria, il portale e una finestra gotica. Sulla torre ci sono una serie di piccole campane che ogni ora fanno risuonare un motivetto.
Il tutto risulta malinconicamente affascinante e a mio avviso merita uno sguardo.
La chiesa si trova sulla collina del castello in Úri utca 55 a pochi passi dalla porta di Vienna e si raggiunge con gli autobus 16, 16A e 116 con fermata "Kapisztrán tér" o "Bécsi kapu tér".

Chiesa francescani (Ferences Templom)
Ufficialmente è dedicata a San Pietro, ma è talmente nota come "chiesa dei francescani", che la stessa piazza su cui si erge ha il nome di Piazza dei Francescani.
Risale al XIII secolo, ma nel corso dei secoli ha subito diverse trasformazioni.
Si trova in Ferenciek tere, facilmente raggiungibile con la metro blu alla fermata "Ferenciek tere".
Ingresso libero.

Chiesa di Sant'Anna (Szent Anna Templom)
Costruita nel XVIII secolo in stile barocco, si trova in Batthyány tér, raggiungibile con la metro rossa alla fermata "Batthyány tér". Dalla questa piazza è anche possibile guardare la facciata del Parlamento che dà sul Danubio (particolarmente spettacolare di sera).
Ingresso libero.

Oltre a queste, sono ancora tante le chiese che valgono una passeggiata ed un'occhiata, anche se ssaranno aperte solo per le funzioni religiose e quindi è probabile trovarle chiuse. Per completezza, comunque ne indico alcune:
Chiesa riformista di Kálvin tér (VIII distretto - Kálvin tér)
Chiesa riformista di Buda (I distretto - Szilágyi Dezső tér)
Chiesa dell'Università (V distretto - Egyetem tér)
Chiesa serba (V distretto - Szerb utca)
Chiesa parrocchiale di Kőbánya - San Ladislao (X distretto - Szent László tér)

Infine mi preme segnalare la fantastica cappella barocca che si trova nel Palazzo Reale sulla Collina del Castello, che è possibile visitare solo entrando nel Museo Storico di Budapest.

Nessun commento:

Posta un commento