Dopo una lunga pausa riparte il blog che vi aggiorna sulle bellezze della Perla del Danubio - a cura di Ajace68 e Rosita



martedì 31 luglio 2012

Papp László Sportaréna - Agosto 2012

Il Papp László Sportaréna è il luogo deputato ai grandi eventi sportivi e musicali della capitale ungherese.
Tre i grandi eventi di agosto:


1 agosto 2012: G3 in concerto.
I G3 sono Joe Satriani, Steve Vai e Steve Morse considerati tra i più grandi chitarristi del mondo (da qui la sigla G3). In realtà la formazione del gruppo varia ogni anno.

lunedì 30 luglio 2012

Info point


Ci sono diversi punti-informazioni  per i turisti in tutta la zona centrale della città.
Qui potete avere anche depliant e pubblicazioni gratuite con consigli, percorsi, indirizzi, comprensive anche di mappe e sconti per diversi locali. Sono riconoscibili soprattutto per la scritta "Budapestinfo".


Vediamo dove trovarli:

domenica 29 luglio 2012

Pasticcerie e caffetterie

Budapest è ricca di pasticcerie e caffetterie con atmosfere che sembrano riportarci indietro di oltre un secolo. E' un altro aspetto di questa splendida città che bisogna conoscere e respirare per capire l'anima di questa città, che sembra a volte vivere tra le nostalgie del passato.

Vediamo alcuni di questi locali

sabato 28 luglio 2012

Ristoranti


E' molto difficile creare una lista di ristoranti di una città turistica come Budapest. Anche perchè non conoscendo i gusti del lettore, non si può sapere quest'ultimo cosa predilige tra prezzi contenuti e un livello qualitativo alto, tra un ambiente raffinato e uno più caldo e accogliente, tra una cucina tradizionale ungherese e una cucina internazionale. In più non abbiamo l'arroganza di affermare di avere provato tutti i ristoranti di Budapest.

Pertanto ci limitiamo a presentare alcuni ristoranti tra: i ristoranti più famosi, quelli che hanno qualche caratteristica particolarmente interessante o curiosa o semplicemente (senza affermare di essere esperti di cucina ungherese) quelli che ci sono piaciuti di più.

Per ognuno di essi una breve descrizione.

venerdì 27 luglio 2012

Gulash? No Grazie!

Gulyàsleves
Uno degli errori più comuni che si verificano quando si parla di cucina ungherese è pensare al gulash ungherese come al classico spezzatino al pomodoro, con panna acida e paprika. La realtà è ben diversa. Il gulash, così come è noto in tutto il modo, in Ungheria si chiama pörkölt, e viene servito con la cosìdetta Galuska, degli gnocchetti di farina. Il pörkölt deriva da una zuppa di carne e verdure, denominata GULYÁSLEVES (Gulyàs=mandriano, Leves=zuppa), il piatto magiaro per eccellenza.



giovedì 26 luglio 2012

La Pálinka


La Pálinka è il liquore nazionale ungherese, costituito in pratica da un distillato di frutta.
Fondamentalmente il sapore è quello di una grappa. Molto spirito con un retrogusto più o meno dolce in funzione della qualità, della lavorazione e del tipo di frutta.
Ogni tipo di frutta è buona per ottenerne del liquore ma i frutti più comuni ed amati dagli ungheresi sono prugna (szilva), albicocca (barack), ciliegia (meggy), pera (körte), ma se ne trovano di tantissime altre varietà: mela, amarena, fragola, frutti di bosco, pesca.

martedì 24 luglio 2012

Vajdahunyadvár Summer Music Festival 2012

Anche il Castello di Vajdahunyad presenta il suo festival estivo musicale che può dare qualche spunto interessante per passare una serata.
Il Festival è già iniziato il 12 luglio, ma vediamo il programma delle prossime serate a partire da oggi.


Giovedì 26 luglio - h 20.30
Musica barocca: Bach
Ingresso: 2.500 fiorini

lunedì 23 luglio 2012

Chiesa di San Michele - Concerti di agosto

La Chiesa di San Michele si trova in Váci utca 47, a circa 200 metri a sud del Ponte Elisabetta.
E' nota per ospitare concerti di musica classica, con una particolare predilezione per il periodo barocco.

Questo il programma per il mese di agosto.

Sabato 4 agosto - h 18
Una rivisitazione dei più famosi pezzi gospel.
Ingresso: Libero. Al termine del concerto si può decidere di lasciare un'offerta

domenica 22 luglio 2012

La torta Dobos


La torta Dobos è sicuramente il dolce più famoso della pasticceria ungherese. Ha avuto una riconoscibilità anche al di fuori del territorio nazionale e per questo è motivo di orgoglio e vanto degli ungheresi.
Non è un dolce “leggero”, essendo costituito da 6 dischi di pandispagna sovrapposti e farciti con una crema di cioccolato e burro e ricoperta sulla sommità da uno strato di caramello.

Come tutte le torte ungheresi non è particolarmente dolce e il pandispagna risulta piuttosto compatto, ben lontano dunque dalla sofficità del pandispagna utilizzato nella pasticceria italiana. 

sabato 21 luglio 2012

Festa di Santo Stefano

Il 20 agosto in Ungheria è festa nazionale. Anzi è LA festa nazionale.
Ci sono altre date che sono festività nazionali, come il 15 marzo e il 23 ottobre (che tra l'altro sono rispettivamente le date di nascita di mio padre e mia madre... sarà un segno del destino?). Ma il 20 agosto è particolarmente sentita dagli ungheresi.
Si festeggia Santo Stefano d'Ungheria (specifico in questo modo per non confonderlo con il santo protomartire che festeggiamo il 26 dicembre), che fu il primo Re d'Ungheria. Diede una svolta totale alla storia ungherese, segnando il passaggio tra il paganesimo e il cristianesimo, accettando l'incoronazione papale dalle mani di Papa Silvestro II.

venerdì 20 luglio 2012

Tram d'epoca


L’azienda dei trasporti BKV offre la possibilità di poter viaggiare attraverso la città con tram di oltre 100 anni di vita.
In qualche modo è un tuffo nella "belle époque” ungherese, quando la dolcevita di Budapest faceva concorrenza a quella parigina.

Le possibilità che vengono offerte ai turisti sono molteplici, ma la più “gustosa” a mio parere è data dalle corse che tutti i sabato, fino al 25 agosto, ripercorrono la linee 2A, 4 e 6.

giovedì 19 luglio 2012

Il Turul


Visitando Budapest capita spesso di imbatterci nell’immagine di un rapace.
La più grande e nota è una statua che si trova sulla sommità della Collina di Buda, accanto al Palazzo Reale (di fronte alla stazione superiore della funicolare). L’animale domina il fiume, ha le ali spiegate e stringe una spada tra gli artigli, quasi a volerla proteggere.
Altri esempi li troviamo in giro per la città, come ad esempio sui piloni del Ponte della Libertà o negli altri distretti più periferici.
Più in generale, è un’immagine molto comune in tutto il territorio ungherese. A Tatabánya, in particolare, c’è una statua con un’apertura alare di 15 metri, considerata la più grande statua europea rappresentante un volatile.

mercoledì 18 luglio 2012

Limonádé e Fröccs

L’estate di Budapest è molto calda. Si superano facilmente e spesso i 30 gradi, con la differenza che la lontananza del mare fa sì che il clima sia continentale, cioè che dopo il tramonto le temperature calano molto più che in Italia. In più il clima è più secco e per questo motivo il caldo è meno opprimente.
Ma se uniamo queste temperature alle lunghe passeggiate a cui ci sottoponiamo durante i nostri soggiorni vacanzieri, viene facile pensare che di tanto in tanto occorre dissetarsi.
Due bevande ungheresi molto comuni nei bar e nei piccoli “büfé” turistici sono la Limonádé e il Fröccs. Vediamole.

I pub nelle rovine



I pub nelle rovine (“ruin pubs” in inglese e “romkocsmák” in ungherese) sono locali abbastanza caratteristici di Budapest, situati in palazzi e spazi semiabbandonati.

Inizialmente nascono dall'occupazione più o meno illegale di tali spazi da parte di gruppi di ragazzi che ne facevano i “loro” spazi, arredandoli con tutto ciò che poteva capitare nelle loro mani. Così tavoli, sedie, divani e arredi erano costituiti dal riciclaggio di oggetti che erano destinati alle discariche. Questi spazi erano poi adibiti alla vendita di bevande e piccola gastronomia, creando così l'ossatura di un vero e proprio pub.

martedì 17 luglio 2012

Sziget Festival 2012


Prendiamo un’isola al centro di Budapest, mettiamoci sopra 12 palchi e chiamiamo oltre 300 artisti e gruppi internazionali. Facciamoli esibire in musiche “pop, rock, metal, hip hop, blues, reggae, afro, world music, folk, elettronica, jazz, classica ed ogni altra sperimentazione sonora”.
Mettiamo inoltre sull’isola zone adibite a  ristoranti, pub, uffici postali, banche, change e bancomat, un ospedale da campo, una stazione di polizia, spazi ludici per bambini e tantissime forme d’intrattenimento. Facciamo che questa situazione duri per 8 interi giorni.
Otteniamo così il più grande evento musicale europeo: il Sziget Festival, che vede la partecipazione di centinaia di migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo.